• Bettina Pfaff

|2| the Yogic Path | Ayurveda e Yoga

L’Ayurveda e lo Yoga sono scienze sorelle

Entrambe di origine antichissima, costituiscono due sfere complementari che permettono all’individuo di raggiungere un equilibrio energetico e psico-fisico che gli permetta di elevarsi spiritualmente.

Tre Dosha

L’Ayurveda è infatti la scienza della vita e si occupa di mantenerci sani, sia dal punto di vista fisico che mentale, agendo sul bilanciamento armonioso delle nostre energie vitali, i dosha. L’Ayurveda è una medicina olistica, che punta a ritrovare l’equilibrio attraverso diversi mezzi: lo stile di vita, la dieta, le piante medicinali, il massaggio, il Panchakarma (purificazioni) e lo Yoga.


I CINQUE ELEMENTI

(aria, fuoco, terra, acqua ed etere) si manifestano nel corpo umano attraverso tre principi o umori, detti DOSHA.

I dosha sono all’origine dei nostri desideri, delle nostre predisposizioni e preferenze.

  • Etere ed Aria costituiscono il principio del vento, detto VATA.

  • Acqua e Fuoco si manifestano con il principio della bile, detto PITTA.

  • Terra ed Acqua si manifestano attraverso la flemma con l’umore, detto KAPHA.

Ognuno di noi è fatto di una combinazione unica di questi tre principi. Questa combinazione unica è determinata al momento del nostro concepimento, è detta la nostra costituzione, Prakriti.

Nel tempo le percentuali dei vari dosha che ci compongono cambiano in base al nostro stile di vita, alla nostra alimentazione, alla nostra età ed addirittura in base alle stagioni. Lo stato momentaneo dei nostri dosha, il nostro attuale disequilibrio, è definito Vikriti.


In questo articolo vi presentiamo IL DOSHA VATA, che si manifesta, con varie sfumature, in tutti noi! Osserva la tua mente e le tue attitudini quotidiane... che dici, non è così?

Guardati intorno e impara a riconoscere l'espressioni di VATA anche nelle persone che frequenti.


Shalabhasana | Cristine

IL DOSHA VATA

è governato dagli elementi aria ed etere. I tipi VATA sono caratterizzati fisicamente da una struttura esile, sono magri e spesso sotto peso, articolazioni sporgenti e che scricchiolano, pelle secca, capelli asciutti, unghie fragili, mani e piedi freddi, gonfiori addominali e stipsi.

A livello mentale sono dinamici, creativi e vivaci, tendono a sovraccaricarsi e per questo spesso soffrono di nervosismo e ansia, hanno un sonno disturbato, si svegliano presto e spesso soffrono di insonnia. Sono spesso freddi, preferiscono il clima caldo e hanno un programma giornaliero irregolare.


Quando Vata è in eccesso i disturbi si avvertono a livello intestinale, articolare, del sistema nervoso ed immunitario. Alcuni comuni disturbi fisici includono: artrite, pressione sanguigna alta o bassa, fratture articolari, insonnia, costipazione, malattie cardiache, energia esaurita e mal di testa.

Nei casi di grave squilibrio i tipi Vata sono anche soggetti a disturbi mentali, come depressione, ansia, disturbo bipolare e disturbo ossessivo compulsivo.


bhujangasana - il cobra con Alberto Milani
Bhujangasana | Alberto
ASANA PER VATA

VATA ritrova un suo equilibrio da una pratica radicale, calma e contemplativa. Dal momento che i tipi Vata tendono ad essere imprevedibili con le attività quotidiane, è meglio rendere lo yoga una routine: dovrebbe essere praticato a una certa ora del giorno in determinati giorni della settimana.

Per riequilibrare Vata vanno bene le posizioni che creano pressione sull’area pelvica ed il colon, sede di Vata.


Sono consigliate:

  • Posizioni sedute e meditative che permettono di acquisire pace e tranquillità come Padmasana, la posizione del loto, e Sukhasana (posizione semplice)

Posizioni che lavorano sulla colonna vertebrale e che aiutano a rilasciare le tensioni nella parte posteriore del corpo come Janushirasana, la posizione testa-ginocchio, e Paschimottanasana allungamento in avanti da seduti.

  • Posizioni che permettono l’allungamento della parte anteriore del corpo come Supta Vajrasana, la posizione del diamante disteso | Bhujangasana, la posizione del cobra | Salabhasana, la posizione della locusta.

Ricorda che il Surya Namaskara (saluto al sole) dovrebbero essere eseguito lentamente!

Surya Namaskara
PRANAYAMA PER VATA

Lavorare con Pranayama calmanti ed equilibranti, come Nadi Shodhana (respiro alternato), Bhramari (respiro ronzio delle api) o persino Ujjayi (respiro vittorioso).

Questi tre pranayama sono noti per aiutare a stabilizzare l’energia, calmare la mente e ridurre lo stress per l’ansia di Vata.


Supta Vajrasana Variante | Bettina

33 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

follow us

  • Facebook - Jiva Yoga Academy
logo_jivayoga_academy_bianco_edited.png

 

JIVA YOGA ACADEMY

Lake Como   |   Lombardia  |  ITALIA

C o n t a t t o