• Bettina Pfaff

PRANAYAMA

CONTROLLO DELL'ENERGIA VITALE

“Sai respirare?”

“Ma certamente so respirare” risposi indignata a questa domanda alquanto strana e apparentemente superflua… “Se non sapessi respirare sarei già morta!” “Con la tua impulsività hai appena accorciato la tua vita di qualche respiro!” “Ma com’è questa storia… cosa significa… cosa vuoi dire?” A tredici anni, nel cuore dello sviluppo, in preda agli ormoni e cambiamenti repentini di crescita, quella strana domanda aveva suscitato in me agitazione, ribellione… ma anche tanta curiosità… “Mente e respiro sono in stretta simbiosi, e se non impariamo a dirigere le onde mentali attraverso un respiro mirato e controllato, la vita stessa ci sfugge tra le mani. Se diventi padrone della tua respirazione potrai facilmente dominare le tue emozioni… e ciò dona calma, serenità e pace a tutto il tuo corpo.” Per me questo è stato il primo impatto con la disciplina yogica, definita Pranayama, che ha fatto sbocciare in me la gioia di percorrere con sempre maggiore entusiasmo ed impegno le meravigliose vie dello Yoga. Il pranayama è molto più del semplice controllo del respiro. Il suo scopo principale è di stimolare il “prana”, per mantenere sani il corpo e la mente e prepararci a divenire consapevoli dei livelli più sottili della nostra esistenza.

Il prana è il soffio vitale che pervade tutto l’universo. Esso pulsa e plasma qualsiasi forma di vita, fa vibrare e nutre ogni atomo, quindi, è il motore che anima la creazione.


BREATH

Il respiro diretto dal pensiero sotto il controllo della volontà, è una forza vitalizzante, rigenerante che si può utilizzare consciamente per l'autorealizzazione!

Imparare a dominare la respirazione significa saper dirigere le energie sottili del nostro corpo ed in ultima analisi avere il pieno controllo sulla nostra mente. Con il controllo dell'atto del respiro si può efficientemente guidare tutti i vari moti nel corpo e le differenti correnti nervose ed energetiche che stanno scorrendo in esso. Tramite il controllo del respiro (o prana) riusciamo a plasmare persino il nostro carattere ed a sviluppare le doti migliori della nostra natura.