• Cristine Spiezia

|4| The Yogic Path | Yoga - le Emozioni e il Femminile

"Le donne per predisposizione sono molto più emotive, uterine"

COLLEGAMENTO CORPO E EMOZIONI

Durante il corso della loro vita, le donne sono predisposte a vivere moltissimi cambiamenti fisici per la loro stessa natura: dalla pubertà, alla gravidanza, al post-parto, alla menopausa, ma anche per una donna che non ha figli, il corpo subisce moltissimi cambiamenti e trasformazioni.

Ormai è ben dimostrato anche dalla scienza l’impatto che il nostro stato emozionale ha sul corpo, come conseguenza delle profonde connessioni che esistono tra i vari sistemi (immunitario, endocrino, nervoso ecc.). Tuttavia, vale anche al contrario, ovvero la nostra postura, l’atteggiamento corporeo possono influenzare il nostro stato emozionale.


Le donne per predisposizione sono molto più emotive, uterine: il poco felice termine “isterica” deriva per l’appunto dal greco istero-, ovvero utero, grembo. Siamo tempestate da una miriade di ormoni che ci influenzano nelle varie fasi della vita, a partire dal semplice ciclo mestruale che ogni mese ci accompagna e che può renderci mutevoli, come la luna, ma anche ricettive e creative, come se avessimo una pelle in meno. Anticamente queste fasi venivano accolte in maniera ritualistica, valorizzandole e vivendole in un profondo contatto con il corpo e con la natura. Forse proprio questi cambiamenti erano la chiave per ampliare la percezione psicofisica personale.

SEDI EMOZIONALI

Oggigiorno la comprensione dei segnali che il corpo ci manda è nettamente diminuita. In parte, oltre all’allontanamento dalla natura, questo è dovuto allo stile di vita che ci viene richiesto e che porta, inevitabilmente, a posture più chiuse e più sedentarie: pensiamo solo a come ci sediamo e che effetti questo ha sia sulla salute psicologica, che sul bacino e sul pavimento pelvico, a cui una donna deve prestare molta attenzione e cura. La tendenza attuale è quella di sedersi “sulla coda”, il coccige, che però non ha il compito di supportare il peso del corpo, causando quindi tensioni nella parte muscolare pelvica. Inoltre, il chiudersi nella postura impedisce un corretto respiro, bloccando il diaframma, chiamato anche muscolo delle emozioni, nel suo movimento naturale.


Nella stessa pratica Yogica è noto l’impatto incredibile che il respiro ha sulle nostre fluttuazioni mentali, e come un’adeguata postura sia il primo pilastro per una vita più sana e consapevole. In aggiunta, il bacino e il pavimento pelvico sono anche sede di scarico emozionale e rispondono in conseguenza della forza delle nostre emozioni. Aver cura di questa zona sacra, è essenziale per un buon approccio verso se stesse e per garantire un equilibrio psicofisico maggiore nelle fasi di vita quali l’adolescenza, la gravidanza o il post parto. Per esempio, può succedere che in queste fasi insorgano squilibri più o meno importanti a livello del pavimento pelvico, tra i quali i più frequenti possono essere dolori nell'andare in bagno, dolore durante i rapporti sessuali, bruciori, pubalgie, tensioni oppure perdite, mancanza di tono ecc. Capita che molte donne rimangano in silenzio, frustate da questi dolori che nel peggiore dei casi entrano a far parte del quotidiano, generando frustrazione e senso di inadeguatezza. Magari si sentono dire dal proprio medico che è tutto regolare e in alcuni casi addirittura viene detto loro che sono di natura psicologica.

Parlare della zona pelvica non è così semplice: è una zona complessa, appunto strettamente legata alla postura e al respiro, a loro volta connessi alla parte emozionale che possono influenzare.