• Bettina Pfaff

Yoga Nidra


Quant’è difficile rilassarsi veramente e profondamente… anche quando siamo sdraiati e apparentemente immobili e distesi, le tensioni mentali, le preoccupazioni della giornata e le impressioni psichiche ci perseguitano agitando e scuotendo mente, corpo e cellule. Se la mente è tesa, anche lo stomaco sarà teso, e se lo stomaco è teso, tutto il sistema circolatorio sarà impregnato di tensione… Persino durante il sonno pensieri e apprensioni attraversano la mente così che ci svegliamo sentendoci esauriti. Per potersi rilassare completamente devono essere liberate le tensioni interne del corpo, delle emozioni e della mente.

Solo allora emerge il vero stato di rilassamento. La pratica di Yoga Nidra è un metodo scientifico per rimuovere proprio queste tensioni. Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale. Una sola ora di Yoga Nidra è riposante come 4 ore di sonno normale. Yoga Nidra significa sonno con una traccia di consapevolezza. È uno stato mentale che è tra il sogno e la veglia. Quando pratichiamo Yoga Nidra apriamo gli strati più profondi della nostra mente. In questo momento opera la nostra mente intellettuale, ma quando siamo in grado di rilassarci, si aprono i livelli della mente subconscia ed inconscia. Le arie del subconscio e dell'inconscio sono le forze più potenti nell'essere umano.

Quando mettiamo in pratica Yoga Nidra, dobbiamo rilassarci completamente perché questa non è una pratica di concentrazione e sforzo mentale ma di semplice consapevolezza senza tensione. Se seguiamo le istruzioni che ci vengono date dalla persona che ci guida, è possibile aprire le porte più profonde della nostra personalità. Se dovesse succedere di perdere qualche istruzione, non importa. Non ci sono sforzi, né lotte contro la propria natura o i propri limiti, perché ciò creerebbe un conflitto interiore, occorre soltanto restare vigili ed abituarsi a divenire testimoni di ciò che accade. E così continuiamo semplicemente a seguire la voce e le indicazioni della nostra guida di Yoga Nidra.

SANKALPA

In Yoga Nidra il mezzo più efficiente per allenare la mente è il sankalpa: Il Sankalpa è un’affermazione positiva che viene espressa mentalmente, e che costituisce un proposito di miglioramento per sé stessi o anche per gli altri, come per esempio: Io risveglio il mio potenziale spirituale Io sono una forza positiva per l'evoluzione degli altri Io ho successo in tutto ciò che intraprenderò Io sono più consapevole ed efficiente Io ottengo una salute totale Però, è preferibile scegliere un sankalpa che possa cambiare l'intera personalità, in modo da divenire più equilibrati, felici e soddisfatti. Perciò, riflettiamo molto bene prima di scegliere e formulare la nostra risoluzione. Usiamo poche parole con enfasi, precise, chiare, e soprattutto sincere, che coinvolgono il sentimento, il nostro cuore… perché è proprio la sincerità con cui esprimiamo il pensiero che fa sì che penetri nel subconscio, muovendo positivamente i fili del proprio destino. Qualsiasi cosa può fallire nella vita, ma non è il sankalpa formulato durante Yoga Nidra. Quindi, il sankalpa prende la forma di una breve affermazione mentale che si imprime nella mente subconscia quando questa è resa ricettiva, calma e sensibile alle autosuggestioni attraverso la pratica di Yoga Nidra. Se vi è un'abitudine o tendenza negativa della nostra vita, e la voliamo correggere, con un sankalpa positivo questo può essere fatto!